mercoledì 29 aprile 2015

La sessualità nel Medioevo: fra eccitazione e rinuncia

http://www.diregiovani.it/rubriche/sesso-e-meglio/29426-sessualita-medioevo-eccitazione-rinuncia.dg

Il Medioevo, in Occidente, da sempre considerato il “secolo buio”, vede il predominio della visione religiosa del mondo che tende a relegare la realtà materiale a una condizione di inferiorità rispetto alla vita dello spirito. Il corpo è mortificato e umiliato, e le persone vivono una vita di rinunce e divieti. Il peccato originale viene fatto coincidere con il peccato sessuale.


I pochi momenti di distrazione, come il Carnevale, sono quindi all'insegna dell'eccesso e delle tanto biasimate sregolatezze della gola e del sesso. La considerazione del corpo quindi oscilla tra negazione ed esaltazione, eccitazione e rinuncia. Un altro aspetto importante che caratterizza questo periodo storico è la demonizzazione della donna come tentatrice. Con la nascita dell'Inquisizione, un tribunale ecclesiastico che aveva come scopo quello di combattere e sopprimere ciò che essa considerava essere eresia, alcune donne vennero ritenute rappresentanti del Diavolo, capaci di trarre in inganno l'uomo spingendolo al peccato in qualsiasi modo. Ha inizio così la famosa “caccia alle streghe”.


Nel frattempo in Oriente, e precisamente in India, assistiamo alla nascita del libro più famoso in materia di sesso: il Kamasutra. Nel testo si trovano insegnamenti riguardo il piacere dell'amore. Il fine dell'opera è quello di trattare l'amore, valore importante che troviamo al terzo posto del “trivarga” ( ossia i tre scopi della vita) : al primo posto ci sta il rispetto di Dio e della morale e al secondo posto la cura degli affari.


Il rapporto tra uomo e donna viene descritto come un'unione divina: il sesso non è mai sbagliato o associato al peccato. Sicuramente si trovano descrizione dirette perché l'atto sessuale è vissuto liberamente, ma ogni parola esprime pieno rispetto per questo momento carico di significato. L'opera è scritta per tutti e pone sullo stesso livello sia le esigenze maschili sia quelle femminili. Benchè i rapporti tra Occidente e Oriente siano sempre stati presenti, solo nell'800, con il colonialismo, questi due “mondi” entrarono in contatto.



L'Occidente si trovò di fronte ad aspetti culturali che non riuscivano proprio a concepire. Per noi occidentali è inimmaginabile vedere in una chiesa cristiana dipinti con amplessi sessuali e che in un libro di etica si trovi la descrizione di posizioni nei rapporti sessuali.
Anche attualmente noi occidentali, per un errore di prospettiva, tendiamo a vedere il kamasutra come un libro osceno. Per gli orientali, invece, questi libri fanno parte di un patrimonio culturale e rientrano in collane di testi etici e religiosi.

Lo sapevi che....

Nel Medioevo erano vietate la sodomia e l' omosessualità (trattate come il cannibalismo).

Era vietato anche fare sesso durante il periodo mestruale della donna, perché si pensava che un eventuale nascituro sarebbe stato affetto dal morbo della peste nera.

Si poteva fare sesso solo di notte perché il giorno si doveva lavorare, visto che era l'unico modo per purificare l'anima.

Nel Kamasutra, i termini Lingam e Yami indicano l'organo genitale maschile e l'organo genitale femminile.

Nella prima parte del Kamasutra si trova un'introduzione nella quale si parla della necessità di imparare le arti dell'amore come danzare, suonare, disegnare.

Gli uomini e le donne, nel Kamasutra, vengono denominati con nomi di animali: gli uomini possono essere lepri, tori e cavalli e le donne possono essere daino, puledre e elefanti.

Dubbi e domande...

Saro
La mia fidanzata è induista, ha origini indiane e ha un modo di vedere la vita e vivere l’amore molto particolare. Spesso parla di unione tra mente e corpo, di anima, di piacere e si rifà al Kamasutra come libro sacro…

Il film "Tristano e Isotta" è ambientato nell'Alto Medioevo e racconta la storia dell'amore tormentato di due giovani che non riescono ad opporsi alla passione che li lega.
- See more at: http://www.diregiovani.it/rubriche/sesso-e-meglio/29426-sessualita-medioevo-eccitazione-rinuncia.dg#sthash.iWJm9A2j.dpuf

lunedì 27 aprile 2015

Lui dietro di te...ancora..ancora...

Quando il silenzio diventa assordante accendi la musica per ascoltare la melodia del mondo.
Pubblicato da Lara Bianchi il 24-4-2015 copyright tutti i diritti riservati





Il tempo passa.

Sono momenti così che lasciano impressi sensazioni ed emozioni.

Sei sulla luna.

Voli alta fra le stelle.

Ti senti leggera.

Hai il mondo in mano.

Vorresti che non passassero mai.

Vuoi restare lì.

Non svegliatemi.

La mia testa viaggia nel firmamento.

Lui dietro di te.

Ancora...ancora... pubblicato da Lara Bianchi in data 24/4/2015-copyright- Tutti i diritti riservati


Atmosfere che rendono particolare il momento.

Il calore irradiato dalle candele che con il loro tepore invitano alla pace e all'estasi dei sensi.

Parole sussurrate sospese nel riverbero della fiamma.

Un ordine e la cera inizia a colare sul tuo corpo immobile. Pubblicato da Lara Bianchi in data 25-4-2015 copyright tutti i diritti riservati


Quella mano prepotente che si insinua nelle mie intimità.

Piano piano avanza per percorsi ardui non trovando arrendevolezza .

Tocca sfiora palpa usurpa. . . Pubblicato da Lara Bianchi il 26-4-2015 copyright tutti i diritti riservati


Così lei si lasciò spogliare.

Non solo era stata liberata dai suoi vestiti ma aveva lasciato errare i suoi tabù.

Lì aveva deposti ai piedi di colui che sapeva che non li avrebbe custoditi.

Finalmente si era liberata del suo fardello. Pubblicato da Lara Bianchi in data 18/6/2014

La filosofia nel boudoir-Bdsm creuza du male