martedì 13 maggio 2014

Dammi tutto il tuo sapore


In ginocchio, bendata, mani dietro alla schiena. Un giorno come un altro ma con quel non so che , di particolare. Ogni volta con Lui è un'esperienza nuova.

E' quel ritrovarsi dopo tanto tempo anche se ci eravamo visti qualche giorno prima. E' un fuoco alimentato da nuovo carburante. Ci si scalda anche se la giornata

estiva fa sudare la pelle. Un sudore dal profumo sensuale, quasi animalesco, odore della nostra voglia, odore di noi.

'Spogliati' mi ha detto appena sono rientrata a casa. Lui era già lì ad aspettarmi. Ogni tanto passava nella pausa di lavoro. Per questo stavo attenta a farmi

trovare sempre pronta, depilata,in ordine come piace a Lui. Il collare gince sempre il mio collo. E' un tacito accordo fra noi. Mi ritrovo nuda se non lo porto.

Completa la mia misè,scarpe tacco 12 e le immancabili calze autoreggenti senza biancheria intima.

'Mani dietro la schiena'

'Si Padrone'

'Sempre ubbidiente la mia cagnetta'

Adoro il Suo modo di parlare, calmo ma autoritario. Mi mette i brividi così come il Suo modo di guardarmi. Sento il Suo sguardo sul mio corpo. Mi fa sentire più

nuda di quello che sia già.

'Alzati e vai sul letto. Braccia e gambe larghe.'

Mi lega le braccia tirandole agli angoli della testata del letto. La benda cela il mio sguardo. Nulla mi è permesso. Costretta all'immobilità e all'oscurità.
copyright Lara Bianchi

La filosofia nel boudoir-Bdsm creuza du male